Vpn e Sicurezza online

Vpn e Sicurezza online – solo un sogno?

VPN, Rete internet e Sicurezza online

Come tutti sanno il web, la rete ed in particolare internet (anche con la VPN), è una finestra affacciata non solo sul mondo ma anche sulla nostra “stanza”, nonché vita quotidiana, per questo vi raccomandiamo leggere le prossime righe che vi illustreranno la relazione tra Vpn e Sicurezza online.

“Con Facebook, i social, le e-mail, gli attacchi informatici, siamo sempre sotto lo scacco di qualcuno che vuole i nostri dati.”

Nonostante ci sforziamo a rendere sempre più forti le password, ad impostare dei meccanismi di cifratura come per le VPN, poniamo i dati in maniera meno accessibile con i firewall e facciamo tutto il possibile per proteggere la nostra riservatezza, non sempre riusciamo ad impedire a terzi di accedere ai nostri dati sensibili.

Questo accade perché chi cerca di “fregarci” (scusatemi il termine) è molto più motivato, è quasi sempre un esperto di reti ed ha dei mezzi superiori ai nostri. Ma, con un po’ di inventiva e tanta perseveranza, anche noi possiamo creare delle forti barriere contro gli attacchi informatici, oltre alle convenzionali cifrature (oltre ai metodi di utilizzo di una comune VPN).

Quali sono i metodi da attuare per proteggere messaggi riservati, conversazioni e tutto il resto?

Vpn e Sicurezza online – Metodi per preservare i messaggi!

Online si tende a scrivere molto e senza pensare a cosa si scrive. Sapevate che sulla rete, agenzie come la NSA e tante altre internazionali sorvegliano tutti i messaggi sospetti? Se non lo sapevate, ora lo sapete e se non ci credete, fate meglio a crederci perché è così ed è evidente da già almeno due anni (particolare riferimento ai dati di wikileaks ed alle ultime ammissioni di snowden).

A tal proposito, Emil Kozole ha sviluppato un font per PC che ci avverte, tramite un set pre-caricato di parole sensibili, quando si è più esposti ad una sorveglianza da parte di organizzazioni governative e simili.

Questo font evidenzia le parole chiave che sono soggette a sorveglianza, ad esempio “ak47”, “ostaggi” (parole che pare ovvio facciano scattare degli allarmi per chi sorveglia), ma ci sono anche altre parole, come: “carta di credito” e “venerdì”, che fanno sempre scattare un avvertimento per queste agenzie (ed altri malintenzionati), ma che sono meno evidenti per degli utenti medi che di spionaggio non ne sanno nulla, ad esempio noi ;D .

Vpn e Sicurezza online

Il progetto si chiama “Seen” e stesso sul sito di Emil Kozole è possibile scaricare il font. Nota bene che in altre lingue al di fuori dall’inglese credo sia abbastanza meno probabile che ci siano tutte le “stop words”, o che ci siano delle correzioni/traduzioni di quelle parole da non inserire nei contesti.

Se il progetto “Seen” non fa al caso vostro, altri metodi per preservare i propri dati sono: usare una Cifratura dei dati su internet con una rete VPN o non utilizzare internet, assumendo qualcuno che si prenda la briga di cancellare tutti i nostri dati sulla rete (quest’ultima è un’opzione molto “utopistica” e poco congeniale alle esigenze del mondo odierno).

Vpn e Sicurezza online – Utilizzare una Rete VPN

Può sembrare banale, inutile e poco conveniente… ma se la pensate così, significa: o che non avete bisogno di proteggere i vostri dati (cioè non avete nulla di importante da riservare, oppure ignorate le minacce che vi circondano), od anche credete che un semplice antivirus e/o qualche banale password più lunga del solito possa proteggere la vostra connessione.

In entrambi i casi non avete scampo, probabilmente i vostri dati sono già stati rilevati da qualcuno di malaffare.

Noi però crediamo che l’utilizzo di una VPN in Italia possa darvi almeno un barlume di sicurezza in più nel Bel Paese.

Una vpn mette un filtro ai dati e li cripta in modo che chi  acceda agli stessi senza autorizzazione, non possa decifrarli facilmente. La stessa rende anonimo l’IP e la location da dove si accede ad internet.

Senza una VPN chi vuole i vostri dati, in quattro e quattr’otto, riuscirà ad averli:

  1. Primo, può insinuarsi nella vostra rete senza alcun problema, se non come unico ostacolo il firewall di un semplice router;
  2. Secondo, una volta avuto accesso ai dati, gli stessi sono senza cifratura quindi “nudi come mamma-PC li ha generati e trasmessi”;
  3. Terzo, sanno chi siete e da dove siete connessi.

Per la vostra Sicurezza online, specie se siete degli uomini d’affari o se svolgete mansioni importanti al PC (o se avete dati importanti in esso). Se poi non sapete quale servizio scegliere, qui potete avere uno spunto: Recensione completa HMA.

Altrimenti vi basterà girare un po’ sul sito per saperne di più sulle Reti virtuali e sui provider migliori tra quelli che forniscono servizi VPN.

hidemyass

Visita il Sito Ufficiale

Garanzia Rimborso 30 Giorni

 

 

Informazioni sull'autore

Claudio R.

Da sempre un difensore della privacy online e attivo utilizzatore di VPN. Ha già testato e recensito decine di VPN e collabora con i più importanti siti di recensioni VPN a livello internazionale.