Miglior VPN per la sicurezza del cellulare

Miglior VPN per la sicurezza del cellulare

CONDIVIDI

VPN sicurezza Smartphone

Lo smartphone in tasca, ed il tablet in borsa, sono potenti computer che sono sempre connessi a internet. Dato che le vendite di PC tradizionali continuano a diminuire, questi dispositivi mobili stanno diventando sempre più i nostri mezzi preferiti per il consumo di contenuti online.

Clicca per saperne di più su Private Internet Access

Con questo, è importante proteggere la vostra identità online con un servizio di VPN, sia quando si utilizza un dispositivo mobile che quando si usa un computer desktop o ancora un PC portatile. Purtroppo,nei primi casi, molti gestori di VPN sono stati un po’ lenti nell’adeguarsi pienamente ai dispositivi mobili.

iOS e Android

Quasi tutti i dispositivi iOS, smartphone Android e tablet (prendete in considerazione anche il Kindle Fire come tale) avere un client VPN integrato che supporta i protocolli PPTP e L2TP/IPsec VPN (per una discussione sui diversi protocolli VPN per favore vedi il nostro articolo qui), e quasi tutti i gestori di VPN forniscono l’impostazione di uno o di entrambi i protocolli sia per iOS che per Android. Si tratta di una soluzione accettabile, ma il protocollo PPTP, anche se semplice da impostare è molto rischiosa ed inaffidabile sulla sicurezza, al contrario il protocollo L2TP/IPsec, è molto sicuro, ma francamente un po’ ostico da impostare.

Mentre il supporto per PPTP e L2TP/IPsec è il più giusto, c’è un motivo per cui quasi tutti i fornitori di VPN hanno scelto il protocollo OpenVPN come standard per i dispositivi desktop – nel senso che è più veloce e più sicuro, e se viene fornito un client VPN personalizzato, è estremamente facile da impostare (utilizzando un client generico farlo non è difficile, ma comporta alcuni passaggi aggiuntivi per installarlo e renderlo funzionante). E’ però una delusione che il supporto mobile per la VPN sia stato gestito, come dire, a “chiazze” per non dir di peggio.

Clicca per saperne di più su Private Internet Access

In verità, fino a dicembre dello scorso anno per Android (quando OpenVPN per Android è stato rilasciato) e febbraio scorso per iOS (quando OpenVPN Connect è stato rilasciato), OpenVPN non era impostabile su questi dispositivi a meno che non fossero sbloccati/jailbroken. Diversi fornitori di VPN hanno iniziato a supportare l’uso dei protocolli OpenVNP mobile, ed alcuni hanno persino rilasciato le proprie applicazioni personalizzate, anche se per ragioni a noi sconosciute, tali App (per quanto ne sappiamo) sono disponibili esclusivamente per Android.

Altri sistemi operativi di telefonia mobile e periferiche
Il supporto per sistemi operativi mobili diversi da iOS e Android è praticamente inesistente, anche se tutto ciò è soprattutto colpa dei produttori dei sistemi operativi, piuttosto che dei provider VPN:

  • Windows Phone – L’ormai vecchio, Windows Phone 6 (WP6) ha un client PPTP e LT2P/IPsec built-in. Per le istruzioni di configurazione basta inserire le impostazioni fornite dal proprio provider VPN per iOS o Android. Tuttavia, per WP7 Mango e WP8, Microsoft ha deciso di ritirare il supporto per VPN, citando che l’ SSL è più sicuro
  • sul Blackberry – vecchie versioni di Blackberry supportano il PPTP, ma le versioni più recenti, come quella che si trova nel PlayBook, non lo fanno.

Condivisione WiFi VPN

Un’altra alternativa è di impostare il vostro computer desktop o portatile come un hotspot WiFi, così da condividere la connessione VPN con tutti i dispositivi in collegamento. Ciò ha i vantaggi dell’acquistare un router lampo, ma totalmente gratuito! Unico inconveniente + che si deve lasciare il PC in esecuzione ogni volta che si desidera utilizzare la VPN su un dispositivo mobile.

VPN per WiFi Hotspot

Se è una buona idea proteggere la vostra attività on-line con una VPN, lo è ancor di più quando si utilizza un dispositivo mobile per accedere a Internet tramite hotspot WiFi pubblici.

Gli hotspot pubblici sono dei noti magneti per gli hacker, che non hanno bisogno di reali abilità per accedere ai pacchetti di software “snooping” per intercettare il traffico di dati non crittografati tra l’hotspot e dispositivi collegati. Con questo potrebbero accedere facilmente ai dati bancari e ad altre informazioni personali e sensibili immesse.

BitTorrent
Gli utenti Android sono fortunati, con un certo client per BitTorrent è consentito loro il download P2P in movimento. L’applicazione ufficiale uTorrent è probabilmente la più notevole, anche se tTorrent, aTorrent, FrostWire e aDownloader sono altre opzioni popolari. Come vedremo in qualche articolo qui, la VPN è di vitale importanza per una connessione costante attraverso software P2P.

Private Internet Access

Aspetti positivi: nessuna registrazione, grande attitudine verso la privacy, molto veloce, accetta Bitcoin, il client VPN ha alcune caratteristiche di alto livello, P2P: router sì, 3 connessioni simultanee, app Android, pre-configurazioni disponibili.

Aspetti negativi: nessun supporto OpenVPN per iOS.

Private Internet Access non è solo uno dei migliori fornitori di VPN in termini di privacy (nessun log, IP condivisi, e prende pagamenti anonimi via Bitcoin) e il software desktop (Windows e OSX, che comprende la protezione dalle perdite dei DNS, la protezione di disconnessione VPN e il port forwarding ), ma fornisce anche uno tra i migliori supporti per i dispositivi mobili.

Oltre alle guide di impostazione manuale per iOS (PPTP e L2TP/IPsec), Android (PPTP, OpenVPN e L2TP/IPsec), DD-WRT (PPTP e OpenVPN) e “Tomato” (OpenVPN), Private Internet Access ha un’app Android dedicata (OpenVPN) e una serie di router pre-configurati. L’unico punto debole non c’è alcun supporto per OpenVPN in iOS, anche se i file di configurazione OpenVPN generici sono disponibili, il ché dovrebbe rendere la creazione di OpenVPN Connect abbastanza semplice anche su iOS. PIA permette anche un servizio abbastanza generoso di 3 connessioni simultanee.

Clicca per saperne di più su Private Internet Access