I migliori VPN per il Regno Unito

Migliori VPN Regno Unito

La Gran Bretagna ospita numerosi servizi Televisivi streaming con restrizione geografica riconosciuti in tutto il mondo per la loro eccellenza. Il più notevole di questi è il BBC iPlayer, che ti dà pieno accesso, senza annunci, al suo recente calendario di programmazione. Anche 4oD (Channel 4 on demand) è noto per la sua eccellente programmazione TV, LoveFilm e Spotify, ed anche se ora è disponibile in molti altri luoghi in tutto il mondo, i suoi programmi sono sempre alla loro qualità top se visti dal Regno Unito. ITV Player non è forse al livello di questi servizi (tecnicamente va bene, ma la programmazione di ITV non è quello di una volta), ma coinvolge con grandi dosi di emozioni i suoi utenti con le sue serie “Coronation Street” e “Emmerdale”. Ci sono quindi un sacco di buone ragioni per cui i non residenti nel Regno Unito, spesso desiderano utilizzare un provider VPN con server situati all’interno del Regno Unito.

Sul rovescio della medaglia, gli utenti nel Regno Unito hanno un gran numero di motivi per utilizzare una VPN per eludere la sorveglianza generalizzata di un internet sempre più censurato.

Visita il Sito Ufficiale

Garanzia Rimborso 30 Giorni

Migliori VPN per il Regno Unito – VyprVPN

Aspetti positivi: veloce, 160-bit e la crittografia OpenVPN 256-bit (Pro), app Android, iOS app, 7 giorni di garanzia per il rimborso, fino a 3 connessioni simultanee.

Aspetti negativi: sede negli Stati Uniti, mantiene i registri per 90 giorni.

VyprVPN dispone di 160 bit per la crittografia OpenVPN 256-bit, permette di collegare 2 dispositivi contemporaneamente (o 3 per il pacchetto premier), offre una garanzia di 7 giorni per il rimborso dei soldi, e dispone di applicazioni per iOS e Android. Cosa si può chiedere di più!

Beh, dire che i dati corrono sui propri data center e reti è riduttivo. Il dati e le connessioni possono raggiungere una velocità di trasmissione ed una latenza che non molti altri VPN possono offrire. Ciò li rende ideali per lo streaming video.

L’unico aspetto negativo è che non sono tra i servizi più economici, ma il prezzo è pur sempre ragionevole e di certo ne varrà la pena per la qualità che otterrete!

Visita il Sito Ufficiale

Migliori VPN per il Regno Unito – AirVPN 

Aspetti positivi: accetta Bitcoin, nessun log, crittografia a 256-bit AES, port forwarding dinamico, utilizza IP condivisi, fornisce statistiche utenti e server in tempo reale, supporto per Tor over VPN e VPN attraverso SSL e tunnel SSH, buona velocità, tre giorni di prova gratuita, P2P: sì, con sede in Italia (dove il DRD non si applica alle VPN)

Aspetti negativi: 0 connessioni simultanee per default.

Fondato da attivisti internet e Hactivisti dopo una festa del Partito Pirata a Roma, questo provider italiano combina una chiara dedizione alla privacy (non mantiene alcun log, utilizza indirizzi IP condivisi e accetta pagamenti anonimi usando Bitcoins) con un impressionante know-how tecnico, compresi i servizi che non si trovano altrove come le VPN su Tor, e le VPN attraverso SSL o tunnel SSH. Il servizio utilizza la crittografia AES a 256-bit OpenVPN e fornisce una rete trasparente (transparent network) con rapporti dettagliati sulla connessione in tempo reale. Anche se è consentita solo una connessione per volta come impostazione predefinita, ulteriori connessioni simultanee possono essere aggiunte per meno di 2 dollari al mese. Gli utenti del Regno Unito possono connettersi ai server di tutta Europa, mentre coloro che vogliono accedere ai server del Regno Unito possono farlo attraverso un server a Maidenhead ed a Manchester.

Visita il Sito Ufficiale

Garanzia Rimborso 30 Giorni

Migliori Vpn – Private Internet Access

Aspetti positivi: accetta Bitcoin, nessun log, veloce, fino a 256-bit di crittografia AES OpenVPN, utilizza IP condivisi, client che dispone di port forwarding, kill switch VPN e protezione delle perdite DNS, P2P: sì, 3 connessioni simultanee.

Aspetti negativi: Nessuna prova gratuita, basata negli Stati Uniti con probabile infiltrazione dalla NSA.

Se la sorveglianza dell’NSA (e GHCQ) vi preoccupa, allora riteniamo si dovrebbe stare ben alla larga da PIA. Tuttavia, in termini di quasi tutto il resto è il servizio più ricco di funzioni e affidabile che conosciamo. Non mantiene nessun log ‘qualunque’, usa IP condivisi, accetta Bitcoin, ha una fantastica app Android e le applicazioni Windows e OSX che sono caratterizzate dalla protezione di una eventuale perdita dei DNS, tenuta stagna IPv6, port forwarding dinamico ed un interruttore internet per chiudere all’istante le connessioni (kill-button). PIA ha recentemente rilasciato un client beta per Windows che carica la sua crittografia fino a 256-bit AES OpenVPN, con l’autenticazione hash SHA-256 ed RSA con crittografia handshake 4096 bit. Sia i server nel Regno Unito che quelli in tutta Europa sono usciti tra i top del nostro test di prestazioni del gruppo.

Visita il Sito Ufficiale

Problemi

Per coloro che desiderano accedere ai servizi nel Regno Unito dall’estero e usare i migliori VPN per il Regno Unito.

La maggior parte dei fornitori di VPN hanno server nel Regno Unito, e praticamente tutti questi vi permetteranno di accedere ai contenuti con limitazioni geografiche in tale area.

Potreste aver notato che nessuno dei fornitori che consigliamo hanno la loro stessa sede nel Regno Unito. Questa è una pratica intenzionale perché, come discusso in precedenza, il Regno Unito ha alcune delle leggi di sorveglianza ed anti-copyright più intrusive del cosiddetto mondo libero, e noi semplicemente non ci fidano di qualsiasi provider presente nel Regno Unito per la gestione in sicurezza dei vostri dati.

Per i residenti nel Regno Unito che desiderano eludere la sorveglianza e la censura

Da quando il governo, in collaborazione con il BPI, ha bandito 25 siti web accusati di promuovere la violazione del copyright, La Gran Bretagna è divenuta una delle Nazioni più pesantemente censurate in tutto il mondo.

Inoltre, grazie al famoso Edward Snowden, ora abbiamo qualche minima idea della scala di collusione tra il servizio di sicurezza britannico GHCQ e la NSA, i quali di comune accordo tentativo di sradicare la privacy di tutti i cittadini del Regno Unito (oltre a fare lo stesso con quasi tutti gli altri nel mondo). Come Snowden ha detto al quotidiano The Guardian:”Loro [GCHQ] sono peggiori rispetto agli Stati Uniti.”

Tutto questo significa che, i residenti nel Regno Unito che non vogliono il loro accesso web limitato, che desiderano scaricare materiale senza paura che i loro ISP consegnino, su di un piatto d’argento, agli organismi anti-pirateria i log per una eventuale azione legale, e che non vogliono che i propri movimenti sulla rete siano monitorati, archiviati e condivisi con la NSA (e chiunque altro collegato ad NSA e GCHQ) devono utilizzare VPN private e sicure, anche se solo per una questione di principio.

Essendo fortemente compromessa la situazione giuridica in Gran Bretagna, i fornitori di VPN basati nel Regno Unito semplicemente non sono attendibili per mantenere la privacy dei loro utenti, così si deve dare per forza uno sguardo verso l’estero. Fortunatamente ci sono un certo numero dei paesi in Europa che offrono VPN ai loro utenti con molta più protezione ed affidabilità rispetto al Regno Unito. Discuteremo della situazione in Europa nel dettaglio qui, ma le principali province dove si dovrebbero cercare fornitori di VPN sono (dove sono situati i server), sono l’Islanda, il Lussemburgo, Paesi Bassi, Romania e Svezia. Alcuni fornitori non europei con i server basati in questi Paesi europei sono anch’essi una buona scelta per gli stessi residenti del Regno Unito.

Visita il Sito Ufficiale

Garanzia Rimborso 30 Giorni

Conclusione

Gli inglesi hanno la fortuna di avere alcuni servizi Internet molto avanzati (che possono essere facilmente accessibili tramite VPN), ma anche la sfortuna di avere alcune leggi per internet terribilmente repressive (che possono essere evitate solo utilizzando una VPN). In tutti i casi si consiglia di evitare i fornitori del Regno Unito, in quanto semplicemente non ci si possono affidare i propri dati. Pronti per scegliere i migliori VPN per il Regno Unito?

Informazioni sull'autore

Claudio R.

Da sempre un difensore della privacy online e attivo utilizzatore di VPN. Ha già testato e recensito decine di VPN e collabora con i più importanti siti di recensioni VPN a livello internazionale.